Passa ai contenuti principali

I seduta di neuropsicmotricità

Abbiamo affrontato la prima effettiva seduta di neuropsicomotricità...

Il Polpettino ed io ci siamo presentati dalla Doc. tutta ricci e lazzi alla buon'ora e lei ci ha fatto accomodare in una stanza piena di giochi, tappetini morbidi, lavagna bianca  a muro, specchio, palle giganti...

Abbiamo levato le scarpe ed i calzini ( mamma mia che puzza!)  e la Doc. tutta ricci e lazzi ha fatto accomodare il Polpettino su di una panca di legno...con delle palline colorate, un peluche a forma di maialino, delle spugne morbide, ruvide, dei sacchettini con ceci o riso, ha incominciato a sensibilizzare i piedini, in particolare quello sinistro del Polpettino che sembrava un pochino infastidito da questi oggetti che gli provocavano sicuramente sensazioni molto diverse...tranne quando sotto il piedino la Doc tutta ricci e lazzi ha fatto scivolare della sabbia...che goduria, quasi quasi mi faccio un pisolino ( sembrava pensare il Polpettino).

Piano piano con la manina lo ha accompagnato accanto a due tavoli non livellati e con il gioco della fattoria lo ha fatto spostare a destra e a sinistra dei bordi dei due tavolini...

Sempre piano piano lo ha spostato con le manine appoggiate in avanti su uno sgabello di legno ed hanno fatto il gioco del trenino ciuf ciuf fino ad arrivare ad una palla gigante rossa che il Polpettino ha spinto a destra e a sinistra...

La seduta è durata 45 minuti...il Polpettino non ha mai pianto, ha eseguito gli ordini della Doc. tutta ricci e lazzi alla perfezione e la Doc tutta ricci e lazzi si è anche molto stupita dell'attenzione e della parlantina del Polpettino...

Sono soddisfatta di come abbiamo lavorato ...del fato che il Polpettino non abbia pianto affatto e del fatto che adesso a casa mi sembra più sicuro nell'alzarsi e tenersi in piedi...Incrociamo le dita!!!


Commenti

  1. Ho visto la mia prima nipotina fare passi da gigante, ora non ne ha più bisogno. Affatto. Vedrai quanto è importante fare queste sedute! E se qualche volta il polpettino sarà meno ricettivo o distratto, non ti preoccupare: anche dieci minuti fatti per bene hanno importanza.
    Mi hai fatto ricordare le lezioni della nipotina e quanto era piccina, che emozioni...

    RispondiElimina

Posta un commento

inciuci & commenti...

Post popolari in questo blog

Ogni scusa è buona!

Ogni scusa è buona per il mio Polpettino piccolo per non andare all'asilo:
Scusa medico/teatrale: tosse finta con conati di vomito...
Scusa pietistica: "i piccoli devono stare a casa con la loro mamma"...
Scusa causa di forza maggiore: "l'asilo è chiuso"...
ed infine motivazione del tipo"mamma hai un anticipo di alzheimer" mista a motivazione fantascientifica: "Mamma, ti sei sbagliata, oggi è di nuovo domenica non è lunedì" !!!



Tu lavori?

Ho deciso...da oggi se mi dovessero chiedere "Ma tu lavori?"...io risponderò :"Non fuori casa"! ( e dentro penserò: chi si fa i c...i suoi campa cent'anni!)

Ansia !

Ieri abbiamo affrontato la seconda seduta di neuropsicomotricità...il Polpettino sembra non avere particolari difetti fisici e la sua inibizione ed il suo rallentamento nel coordinare gli arti inferiori secondo la Doc. tutta frizzi e lazzi è dovuto ad uno stato d'ansia....


Che ansia!!! Quando mi ha comunicato questa cosa ho incominciato a passare in rassegna tutto quello che avrei potuto aver fatto per provocargli ansia...ma la Doc. tutta frizzi e lazzi mi ha detto che il suo stato di paura non dipenderebbe dalle mie di ansie!

Eppure questa cosa ha fatto scattare in me una sorta di senso di allerta, ho ripensato alla predisposizione alla depressione dei parenti di mio marito, nello specifico alle malattie psicologiche dei miei nuoceri, alla mia di ansia che però riesco a gestire bene infatti all'apparenza, nel sociale, tutto risulto fuorchè ansiosa...all'ansia mascherata da sicurezza di mio marito, che spesso mi tocca rassicurare e raccogliere con il cucchiaino quando anch…